I Dintorni di Venezia

Città belle vicino Venezia

A pochi passi dalla Serenissima numerosi sono i percorsi attraverso la natura e lungo i fiumi, passando per cittadine ricche di storia e favolose ville. Spettacoli naturali e testimonianze storiche nell’incantevole scenario della laguna veneta

Venezia da Sud a Nord

Le Ville del Brenta, le terre dei Tiepolo, i paesaggi del Cavallino

riviera fiorita

Riviera del Brenta

Caratteristica dell’area che si sviluppa seguendo il corso del fiume sono le famose e lussuose ville aristocratiche, costruite tra il 1500 ed il 1700. Simbolo della ricchezza e della prosperità veneziana del tempo, il sorgere delle ville fu legato al grande ruolo del fiume Brenta di principale via di commercio.

Per la costruzione delle ville furono ingaggiati alcuni tra i migliori architetti e pittori dell’epoca, come Palladio e Pellegrini. Tra le bellezze naturali della Riviera, si segnala la Valle Averto, immensa area verde protetta dal WWF, vera e propria oasi faunistica.

Da non perdere l’annuale suggestiva rievocazione dell’evento storico della “Riviera Fiorita”: la seconda domenica di settembre, dal comune di Stra a quello di Malcontenta, oltre 1100 figuranti in costume sfilano in festa per terra e per fiume.

Le terre dei Tiepolo

Tiepolo

La località prende il nome dalla famosa famiglia di artisti che vi soggiornò nel ‘700. Da sempre il territorio è stato considerato quasi come una proiezione della florida Venezia, rispecchiandone la società, il costume, la ricerca del bello inteso come arte e della vita raffinata, ma tranquilla.

Delle dimore dei nobili dell’epoca, oltre a Villa Tiepolo, spiccano le Ville Belvedere e XXV Aprile a Merano, tra le quali sorge una romantica costruzione dell’800, il Castelletto; inoltre, si ricordano Villa Farsetti a Santa Maria di Sala, la Torre dei Tempesta a Noale e Villa Romanin-Jacur a Salzano. Quest’ultima diede il nome all’antica Filanda della Seta che, chiusa nel ‘900, è stata riaperta di recente. È oggi considerata sito archeologico industriale.

Tra gli appuntamenti tradizionali del territorio c’è il Gioco dell’Oca di Mirano (“Zogo de l’Oca”. Il particolare evento folkloristico si tiene due volte all’anno: a novembre ed il 25 aprile, nella ricorrenza del Santo patrono di Venezia, S. Marco.

Tra gli altri eventi, si segnalano il trecentesco Palio dei Tempesta di Noale (a giugno), le Feste Cortesi ed il Palio dei Sala a Santa Maria di Sala ed il moderno consueto appuntamento musicale e culturale “Ubi Jazz”, durante tutta l’estate presso diversi comuni del territorio.

La penisola del Cavallino.

L’aspetto caratterizzante della penisola sono le sue splendide spiagge dalla sabbia dal colore cangiante a seconda della luce. Il litorale del Cavallino è naturale, un po’ selvaggio e incontaminato. Le acque del suo mare sono ricche di iodio, perciò altamente terapeutiche, mentre la sua sabbia, chiamata “dolomia”, è particolarmente adatta alle sabbiature.

Nella penisola di cui si innamorò lo scrittore Herman Hesse, si festeggiano ogni anno i prodotti della terra, tra cui l’asparago verde coltivato nella sabbia, celebrato dalla allegra “Sagra dea Sparesea”, che apre la stagione estiva degli appuntamenti gastronomici, culturali e popolari.

Da vedere Mestre collegata a Venezia dal Ponte della Libertà. Il monumento simbolo di Mestre è la Torre Civica, ultima testimonianza delle antiche mura, del castello e delle altre dieci torri che fortificavano l’intera città.

jesolo spiaggia

Porti Turistici e le isole di Venezia: Caorle, Jesolo e Chioggia 

Caorle

Sede del porto turistico di Santa Margherita, città- isola presenta un piccolo borgo, in cui si intrecciano “calli” (vicoli stretti) e “campielli”(piazzette), affiancati da graziose casette di colori pastello”. Nella cittadina attraversata dal canale si trovano un parco divertimenti acquatico, il campo da golf e le strutture per praticare ogni genere di sport.

La città, risalente al V secolo dopo Cristo, conserva la Cattedrale e la chiesa della Madonna dell’Angelo, in cui sono conservate due opere: una statua lignea della Vergine ed il Crocifisso. La città ospitò ed ispirò il celebre scrittore Ernest Hemingway.

Jesolo

jesolo centro

È natura e divertimento, il porto turistico più vitale della provincia veneziana. Oltre alle sue spiagge, Jesolo offre una miriade di occasioni di svago diurno e notturno. Caratterizzata dalla sua immensa isola pedonale (la più grande d’Europa), la città offre numerose strutture che vanno dal parco acquatico agli stabilimenti termali, dal golf al tennis ecc.. Inoltre è un ottimo punto da cui partire per effettuare, non solo passeggiate nelle verdi e tranquille campagne circostanti, ma anche vere e proprie escursioni organizzate verso laguna e dintorni.

Chioggia

Frequentato centro balneare, è attraversata da nord a sud da tre pittoreschi canali. Il più importante è il canale della Vena, dotato di nove ponti, lungo il quale si allineano palazzi con portici e si affaccia l’antico mercato del pesce. Chioggia conserva antichi edifici di stile veneziano, di interesse storico e artistico, tra cui il Duomo, la chiesa gotica di S. Martino ed alcuni palazzi cinquecenteschi.

Le Isole

carole spiaggia

Venezia Lido, l’isola prolungamento del capoluogo, che insieme all’isola di Pellestrina chiude la laguna, è il punto da cui ci si può avventurare con i battelli alla volta delle altre isole, tra cui la stessa Pellestrina, sottile striscia di terra lunga undici chilometri sospesa tra la laguna ed il mare, caratterizzata da dune sabbiose ed alti canneti e protetta dalla famosa scogliera artificiale, che l’antica Repubblica di Venezia costruì nel ‘700 per difendersi.

Torcello, risalente al I secolo dopo Cristo e contraddistinta dal suo campanile a torre e dalla cattedrale; Burano, caratterizzata dall’immensa Piazza Galoppi e sede della singolare Scuola-Museo del Merletto.

Murano, famosa in tutto il mondo per la lavorazione del vetro, di cui si possono ammirare alcuni preziosi esemplari presso il bellissimo Museo del Vetro.

murano Museo del Vetro

S. Erasmo, il cui simbolo è l’antica ed imponente Torre Massimiliana, che sovrasta la spiaggetta del “bacan”, caratteristica per essere per i veneziani un tradizionale luogo di ritrovo.

 

Commenti chiusi