Taormina Cosa Vedere

Taormina Isola Bella

taormina sicilia

Adagiata sulla rupe a picco sul mare e protetta da una vigile sentinella messa ancora più in alto, ecco Taormina amata dai viaggiatori di tutto il mondo, se riconosce subito perché la sua particolare architettura la rende, davvero unica.

Non è la prima volta che vengo da queste parti ma l’emozione è sempre la stessa siamo fuori stagione e ne approfitto per vedere angoli di mare accarezzati da una luce diversa rispetto all’estate.

Breve Storia

La storia di questa bellissima isola, fondata da Fernando I di Borbone al sindaco di Taormina poi ci sono stati nel tempo altri proprietari, ma la cosa importante è che finalmente nel 1990 è stata acquistata dalla Regione Sicilia, quindi adesso è perfettamente visitabile da tutti.

Negli anni molte cose sono cambiate come ovunque sono aumentate le strutture alberghiere che oggi rispondono a una richiesta internazionale sempre più vasta nonostante un certo sfruttamento però le spiagge e le numerose insenature sono riuscite a mantenere intatto il loro fascino.

Teatro Antico de Taormina

taormina teatro greco

Attraverso porta Messina dopo pochi metri eccomi in piazza Vittorio Emanuele, dove si affaccia il Palazzo Corvaja un edificio storico che agli inizi del 1400 fu anche sede del Parlamento siciliano da Palazzo Corvaja la prossima meta è il Teatro Greco tutto a Taormina.

Il Teatro Greco è uno spettacolo! mi fa tornare indietro nel tempo, mi fa fare in viaggio addirittura a due secoli AC e 3 secoli prima di Cristo, questa infatti è la data della nascita di questo splendido teatro.

É stato costruito dai Greci e poi se immaginate doveva essere il palcoscenico sul quale si esibivano gli attori qui c’erano dei momenti di teatro molto importanti poi invece arriviamo al secondo secolo dopo Cristo subentrano i Romani, fanno delle trasformazioni e gli spettacoli cambiano. Decisamente si esibiscono i gladiatori e vengono utilizzati anche gli animali feroci ecco perché si pensa che qui sotto fossero proprio tenuti gli animali.

Il teatro è stato restaurato subito dopo la fine della seconda guerra mondiale e del 1963 sono ricominciati gli spettacoli sia classici sia moderni.

Noto per la posizione e l’acustica già nel III secolo AC, ampliato nel II secolo DC dai romani. Al cuore del teatro si giunge e dal cuore del teatro si allontana lungo i gradini della cavea: si può curiosare sotto le volte in cui sostavano gli attori.

Accanto all’impianto è l’antiquarium, e da via del Teatro Greco si va in Corso Umberto I il corso principale dove partono un sacco di vicoletti i quali sono molto stretti, altrettanti sorgevano alcuni edifici romani la naumachia: dell’età imperiale era una grande cisterna con nicchie, delle coeve terme si vedono tra sale.

Un sistema di raccolta delle acque sorgive costruito dai Romani è un’opera preziosa e ci fa capire come anticamente fossero già all’avanguardia per la gestione dell’acqua oggi, questo è un grazioso giardino poco visitato che collega Corso Umberto alla via degli artisti.

Taormina piazza IX Aprile

taormina g7

La piazza principale di Taormina si chiama piazza IX Aprile io però vorrei cambiarle il nome vorrei chiamarla la piazza degli incontri, la piazza degli aperitivi perché qui davvero a tutte le ore del giorno e della notte si incontrano le persone.

La Torre dell’Orologio dal 1679 tutta di foggia medievale, sotto la quale si apre la porta di Mezzo, segna l’ora esatta non sono sicura che sia proprio così perché alcune persone dicono che non ci sia mai stato bisogno di correggere l’orologio.

Il Duomo

E poi abbiamo anche il duomo dedicato a San Nicola, duecentesco per fondazione ma riedificato nel XV-XVI secolo e rimaneggiato nel XVIII: si vedono linee normanne un piccolo rosone e due finestre ogivali.

Taormina è una città molto amata né soltanto dalle persone del posto ma anche da stranieri che scendono Taormina per celebrare i propri matrimoni e poi tanti locali, sei davvero l’imbarazzo della scelta, gli stessi locali che la sera si colorano di nuove atmosfere, come per incanto questo gioiello di Sicilia, diventa un punto di tutto per un incontro romantico o semplicemente per un’indimenticabile dichiarazione d’amore.

Taormina G7

Il prossimo 26 e 27 maggio, Taormina, sarà sede del G7 un evento di grande portata, è con la presenza del presidente americano Donald Trump.

Come curiosità dell’evento, il pane artistico agrigentino adornerà le tavole dei capi di Stato.

Le maestrie agrigentine saranno presenti al G7 di Taormina. L’Assipan, sarà partecipe con il grado di fornitore ufficiale dei prodotti della panificazione ed esibizione del pane artistico agrigentino, che decorerà le tavole dei capi di Stato del G7.

Legge anche: Sicilia della terra al tavolo con prodotti tipici siciliani

 

Last updated on 07/14/2017 13:57

 

 

 

 

Commenti chiusi